Share on Tumblr Condividi

PillolART

arriva una boccetta carica di...ARTE
Ti riconosco: pillole di iconografia.
Oggi, 22 novembre, si commemora Santa Cecilia vergine e martire, patrona dei musicisti. Cecilia era romana e visse tra il II e il III secolo, come si può evincere anche dall’antichissima titolazione della basilica, precedente il 313, ovvero l’età di Costantino, mentre il suo culto si celebrava già nel 545 nell’omonima basilica in Trastevere a Roma. Dei fondatori dei ”titoli” resta l’unica che ancora si venera nel Calendario ufficiale della Chiesa.
Ma veniamo all’iconografia. Cecilia, nell’arte, è spesso rappresentata:
- giovane;
-può avere palma in mano (simbolo del martirio);
-mentre suona uno strumento musicale;
-con uno strumento musicale tra le mani;
-talvolta con un giglio tra le mani.
Una cosa è certa: lo strumento musicale c’è quasi sempre nelle rappresentazioni della Santa, sia che lo stia suonando, sia come mero attributo iconografico per permetterne il riconoscimento.
Nell’immagine: Raffaello Sanzio, “L’estasi di Santa Cecilia”, Bologna, Pinacoteca Nazionale.

Ti riconosco: pillole di iconografia.

Oggi, 22 novembre, si commemora Santa Cecilia vergine e martire, patrona dei musicisti. Cecilia era romana e visse tra il II e il III secolo, come si può evincere anche dall’antichissima titolazione della basilica, precedente il 313, ovvero l’età di Costantino, mentre il suo culto si celebrava già nel 545 nell’omonima basilica in Trastevere a Roma. Dei fondatori dei ”titoli” resta l’unica che ancora si venera nel Calendario ufficiale della Chiesa.

Ma veniamo all’iconografia. Cecilia, nell’arte, è spesso rappresentata:

- giovane;

-può avere palma in mano (simbolo del martirio);

-mentre suona uno strumento musicale;

-con uno strumento musicale tra le mani;

-talvolta con un giglio tra le mani.

Una cosa è certa: lo strumento musicale c’è quasi sempre nelle rappresentazioni della Santa, sia che lo stia suonando, sia come mero attributo iconografico per permetterne il riconoscimento.

Nell’immagine: Raffaello Sanzio, “L’estasi di Santa Cecilia”, Bologna, Pinacoteca Nazionale.

  1. taffynikte ha rebloggato questo post da pillolart
  2. lou-bonf ha rebloggato questo post da pillolart
  3. postato da pillolart